Caffè Mirò: quando le aspettative non corrispondono…

Dopo aver letto il post di Io Amo Firenze a proposito del Caffè Mirò, abbiamo deciso di andarlo a visitare, esaltate dal fatto che il sesto caffè più buono d’Italia fosse a due passi dall’università di Novoli.

Il posto è un po’ anonimo all’interno, nonostante la vetrina sia ben curata. La prima impressione è che il locale sia piuttosto piccolo, ma in realtà c’è una saletta interna molto spaziosa, con tanti tavolini ed un maxi televisore con l’abbonamento a Sky Sport.

Questo bar ha degli orari molto dilatati: è infatti aperto dalle 6 del mattino fino a mezzanotte, con orario continuato; inoltre fa servizio tabacchi.

Continua a leggere

Annunci

O uomini che avete una mente sana…

Cafe de Paris

O uomini che avete una mente sana, bevete il caffè e non curatevi dei calunniatori che lo denigrano con sfacciate menzogne.

Bevetelo, prendete generosamente, perchè nel suo aroma si dileguano le preoccupazioni e il suo fuoco incenerisce i torbidi pensieri della vita quotidiana

Hajdjibud di Medina (giurista arabo)

a

a
Immagine creata da Enrico Frehse


Lola Cafè: un cappuccino che ti dispiace bere

Dopo una mattinata passata a studiare a Villa il Ventaglio siamo andate alla ricerca di un bar per trovare un po’ di consolazione e ristoro.
E’ così che siamo entrate per la prima volta nel Lola Cafè, in piazza Edison: avevamo già sentito parlare dei suoi cappuccini artistici, e visto che era di strada ne abbiamo approfittato.

Essendo subito prima il ristorante “Godò”, si rischia di passarci accanto senza farci molto caso. L’errore sarebbe imperdonabile.

L’interno è molto piccolo, ma potete gustarvi ai tavolini esterni la vostra ordinazione.
Un locale così ti aspetteresti di trovarlo lungo una spiaggia: in un certo senso ti sa di surf, il legno con cui è arredato ti ricorda più una barca. Una bottiglia gonfiabile gigante di Ceres, i vestiti sportivi da “fashion victim” in mostra su una mensola vicino al soffitto… Tutti elementi che ci è già capitato di trovare nei bar vicino al mare. Continua a leggere


Luciano Ligabue: Voglia di caffè

Continua a leggere


Bar Galli: un sorso d’Art Nouveau

Cosa può avere in comune il ramen giapponese con l’Art Nouveau?
Non ne abbiamo idea, eppure in via de’ Banchi, dietro piazza Santa Maria Novella, il (buonissimo!) ristorante Banki Ramen è collegato al Bar Galli, dalle vetrine che richiamano le opere di Mucha, ed è un po’ come giocare sui confini di due culture.

Il locale ha spazi limitati, quindi non è detto che si riesca a trovare un tavolino libero. Tuttavia è davvero un posto carino in cui fermarsi, con molti particolari che arricchiscono l’ambiente. Continua a leggere


C’era una volta in America

…Tipica nostra reazione dopo una domanda a cui non vogliamo rispondere.


Opiemme: Amanti del caffè

E per voi come dev’essere il caffè?